Shrek 20 anni dopo: l’eredità del film che ruppe gli schemi

Film

Quest’anno è stato il 20esimo anniversario di Shrek.

Le sale cinematografiche negli anni ’90 erano dominate da fiabe animate in versione musical. La rinascita del dipartimento di animazione della Disney attraverso titoli come La Sirenetta e Aladdin ha ispirato un’ondata di imitazioni che ha assicurato che non ci fosse carenza di principesse che cantavano su una scogliera sui loro più grandi desideri. Alla fine del decennio, i cliché di questi film erano evidenti. Il pubblico era pronto a vedere qualcosa di diverso nell’animazione. Che se ne rendessero conto o meno, gli spettatori erano pronti per Shrek.

Anche se oggi i tratti distintivi di Shrek ci sono diventati familiari a causa dei meme dilaganti su internet, c’è stato un tempo in cui questo stile umoristico rompeva completamente gli schemi. L’uso di canzoni pop in un’ambientazione da fiaba d’epoca era da solo un’innovazione. Il fatto che trattasse i punti fermi delle fiabe (come l’Uomo di Pan di Zenzero o Pinocchio) con irriverenza piuttosto che con il solito buonismo era altrettanto nuovo. In cima a tutto ciò, centrare la storia su un orco scorreggione che faceva battute sui genitali maschili distanziava ulteriormente il film da personaggi come Ariel o Hercules.

E poi c’erano i sentimenti di isolamento esplorati nei personaggi principali di Shrek. A differenza dei protagonisti animati degli anni ’90 che volevano cercare l’avventura “nel grande mondo”, Shrek voleva solo tornare a casa nella sua palude. Non voleva lasciare il suo sporco domicilio per paura che “la gente mi giudicasse prima ancora di conoscermi”. C’è un terrore sia in Shrek che in Fiona legato al fatto che la gente scopra il vero te. Questo tipo di vulnerabilità emotiva è sempre terrificante, che tu sia un orco animato o una persona normale. È un concetto che i tipici film d’animazione per bambini di solito evitano, ma che Shrek affronta di petto.

In questo e in innumerevoli altri modi, Shrek era sfacciatamente diverso dal tipo predefinito di animazione per famiglie all’epoca. Questo includeva i precedenti sforzi della DreamWorks Animation come Il Principe D’Egitto e La Strada Per El Dorado, che cercavano di fare versioni più adulte di classici musical animati con vari gradi di successo. La grandiosità de Il principe d’Egitto è stata sostituita dalle vibrazioni da viaggio di Shrek e dalle battute su Ciuchino che si complimenta con uno dei massi di Shrek. Nel 2001, quando Shrek mandò il pubblico fuori dal teatro con una ripresa energica e contagiosa di “I’m a Believer”, era difficile immaginare che questo tipo di narrazione potesse mai diventare stantia.

Leggi anche Deadpool 3: Zazie Beetz non è sicura se domino tornerà

Poi di nuovo, era anche difficile immaginare le lezioni sbagliate che Hollywood avrebbe tratto dal successo di Shrek. Sulla scia degli enormi guadagni al botteghino di Deadpool, il regista James Gunn è sceso sui social media per implorare i dirigenti dello studio di non trarre le conclusioni sbagliate. In particolare, sperava che gli studi rivali avrebbero cercato di replicare il successo di Deadpool facendo film che fossero unici e che non parlassero al pubblico. Tuttavia, ha previsto con disinvoltura che avrebbero semplicemente pensato che la classificazione R di Deadpool e il vago concetto di meta-umorismo fossero le ragioni del successo del film.

La previsione pessimistica di Gunn sul comportamento degli studi cinematografici riflette il tipo di pensiero che Shrek ha tragicamente ispirato. Il suo gigantesco successo non ha ispirato altri studi di animazione a guardare fuori dagli schemi e a produrre progetti altrettanto eccentrici. Invece, Shrek ha ispirato una mini-onda di altri film d’animazione che hanno fatto un’acida ripresa postmoderna delle fiabe. Shrek è stato fatto come una risposta allo status quo del cinema d’animazione negli anni ’90. Ora, film come Shrek erano il nuovo status quo. La sovversione era diventata l’istituzione.

Tra queste imitazioni c’era una manciata di film ben apprezzati, come Cappuccetto Rosso e gli insoliti sospetti del 2006, che almeno usava una struttura narrativa non lineare per rendere più piccante la formula della fiaba comica. Nel complesso, però, questa tendenza non ha prodotto molti classici. Qualcosa come Cenerentola e gli 007 nani era tanto generico quanto l’originale Shrek era creativo. L’influenza di Shrek è diventata così diffusa che si è estesa anche alla stessa Disney Animation. Il film Chicken Little del 2005 dello studio ha portato più di un accenno all’influenza di Shrek nel suo approccio saturo di cultura pop su un uccello che pensa che il cielo stia cadendo.

E poi c’era la nuova tendenza di chiudere i film con una festa da ballo impostata su un famoso brano pop. Stabilito in Shrek con una sequenza impostata sulla cover di Smash Mouth di “I’m a Believer”, si potrebbe facilmente perdere il conto dei successivi film d’animazione che hanno scelto di chiudere la loro storia con una scena simile, indipendentemente da come si adatta alla storia. Questo era particolarmente vero per i titoli della DreamWorks Animation, che avrebbe usato di tutto, da “Bad” di Michael Jackson a una cover di Christina Aguilera di “Car Wash”.

In retrospettiva, è sconcertante pensare che questo è ciò che i dirigenti dello studio pensavano davvero che al pubblico piacesse di più di Shrek. Gettare una canzone pop su un’ambientazione fiabesca non è sufficiente per fare il prossimo Shrek. Fare una commedia che risuoni per tutte le età con personaggi in cui si può investire è stato l’ingrediente segreto di Shrek.

Queste qualità mancavano nella maggior parte delle imitazioni di Shrek e anche nei successivi sequel di Shrek come il triste Shrek Terzo. Quanto i tratti distintivi di questo franchise fossero diventati di routine è diventato evidente nel momento in cui il quarto film di Shrek è arrivato nelle sale. Shrek Forever After del 2010 ha guadagnato l’incasso interno più basso della serie con un margine considerevole. Sei mesi dopo il suo debutto, la Disney Animation ha rilasciato il suo film di ritorno, Rapunzel. Questo spin aggiornato sulla storia di Raperonzolo aveva sprazzi di umorismo moderno, ma con il suo tono sincero e con i brani di Alan Menken, è stato fatto nello stampo dei classici film Disney (il tipo che l’originale Shrek prendeva in giro).

Rapunzel finì per diventare un grande successo, solidificando il ritorno delle fiabe Disney. Shrek era ormai superato proprio dal tipo di film che doveva sovvertire. Negli oltre dieci anni trascorsi dalla chiusura della saga di Shrek, le fiabe Disney sono diventate sempre più popolari grazie a nuovi film d’animazione come Oceania e a una serie di adattamenti live-action di titoli classici come La Bella e la Bestia e Il Re Leone. Nel frattempo, Shrek non è scomparso dalla coscienza della cultura pop, ma il franchise è drammaticamente diminuito in prominenza e le commedie postmoderne alla moda delle fiabe sono quasi del tutto scomparse.

Shrek è stato un esempio cinematografico della candela che brucia più velocemente. Anche se è stato un cambio di gioco per l’animazione, gli studi rivali hanno preso le lezioni sbagliate dalla produzione e hanno inondato il mercato con imitazioni poco ispirate. Ironia della sorte, le nuove e sincere rivisitazioni delle fiabe della Disney Animation sembrano aver preso le giuste lezioni da Shrek. Offrendo storie che si concentrano su sorelle o persone di colore, film come Frozen e Raya e l’ultimo drago stanno cercando di fornire storie che non sono raccontate così spesso. Proprio come Shrek, osano piegare le regole di ciò che dovrebbe essere in una “tradizionale” commedia animata per famiglie, offrendo anche risate e drammi ampiamente attraenti.

Shrek avrebbe dovuto insegnare a Hollywood che i film d’animazione non devono essere una cosa sola per avere successo. Deviare dalla norma può essere rischioso, ma può anche risultare in qualcosa di speciale. Sfortunatamente, la maggior parte dei film ispirati a Shrek hanno preso spunto dai suoi riferimenti alla cultura pop piuttosto che dalla sua audace scossa narrativa.

Fonte: collider.com

Altri articoli

Animali Fantastici 3: completerà la backstory di Silente

La storia di Animali Fantastici 3: I segreti di Silente sembra destinata a completare una parte chiave e intrigante di ...
Leggi Tutto
/ Film, News

Matrix Resurrections: il TRAILER del quarto capitolo!

The Matrix Resurrections uscirà nei cinema e sul servizio di streaming HBO Max a dicembre. Il film originale di Matrix ...
Leggi Tutto
/ Film, News

Spider-Man: No Way Home – Trailer Ufficiale

Dopo mesi di attesa, è stato finalmente pubblicato il trailer ufficiale di Spider-Man: No Way Home. A seguito delle dichiarazioni ...
Leggi Tutto
/ Film, News

How I Met Your Father: Hilary Duff ha letto il copione

Hilary Duff si è espressa sull’incredibile prima lettura del copione di How I Met Your Father di Hulu. Creato dal ...
Leggi Tutto
/ News, Serie TV

La Casa Di Carta 5: Trailer e data di uscita

Il tanto atteso ritorno del popolare show di Netflix La Casa Di Carta è qui, dato che è stato annunciato ...
Leggi Tutto
/ News, Serie TV

Stranger Things 4: nuove foto e indizi su data di uscita

Nuove foto dal set di Stranger Things 4 sono state rilasciate per placare la fanbase rabbiosa dello show fino a ...
Leggi Tutto
/ News, Serie TV

Dexter stagione 9: trailer, data di uscita e antagonista

Il trailer della stagione 9 di Dexter è arrivato. Michael C. Hall tornerà nei panni del serial killer protagonista in ...
Leggi Tutto
/ News, Serie TV

Come rimuovere la pubblicità da Veezie.st GRATIS!

Ti piacerebbe rimuovere la pubblicità da Veezie.st gratis? Da oggi è possibile! Vieni a provare Guess The Movie! Il quiz ...
Leggi Tutto
/ News, Recensioni

Enola Holmes 2: uscita, cast, trama. In streaming su Netflix

Uscito l’anno scorso, Enola Holmes è stato un divertente giallo ispirato a Sherlock con Millie Bobby Brown nel ruolo della ...
Leggi Tutto
/ Film, News

After 3: tutto quello che sappiamo finora

After 2 (After We Collided) è uscito l’anno scorso i fan stanno già facendo il conto alla rovescia fino all’uscita ...
Leggi Tutto
/ Film, News

Articoli recenti